Cura dei fiori recisi

Questi sono nostre piccole ma significative note affinché possiate godere il più a lungo possibile del colore e della bellezza dei fiori recisi che avete acquistato o Vi sono stati donati.

I Parassiti delle Piante

I parassiti animali:
Occorre porre molta cura nella individuazione della presenza di insetti ed acari nelle piante che avete in casa e sul balcone.

I principali sono: gli afidi (pidocchi) e le cocciniglie sono insetti che succhiano la linfa delle piante causandone indebolimento, rallentamento della funzione vitale, appassimento.

Ci sono specie di piante che sono più sensibili di altre (esempio la kentia per la cocciniglia e la rosa per i pidocchi) ma in generale occorre far attenzione a tutte le piante che si hanno in casa. La primavera è il periodo nel quale questi parassiti si propagano più velocemente. E’ opportuno intervenire anche in via preventiva quando si sono avuti attacchi precedenti ed a inizio stagione. I ragnetti rossi e gli altri acari appaiono anch’essi in primavera e, mentre i ragnetti sono visibili avendo dimensioni di qualche decimo di millimetro, gli altri acari in genere non lo sono se non quando sono diventati visibili avendo prolificato in colonie. Vale sempre la pena agire in via preventiva per colpire le uova a fine febbraio-marzo. Esistono prodotti appositi da irrorare. Fate riferimento al negozio.


I parassiti vegetali (malattie crittogamiche):
Funghi, batteri e virus sono i tre gruppi principali.

Mentre per i batteri e virus l’infestazione è più difficile perché sono combattuti all’origine in semenzaio ed in serra di coltivazione, quindi all’origine, i funghi si formano in seguito a circostanze facilmente ripetibili in ambiente domestico. Le ruggini sono funghi e si presentano proprio come la ruggine del ferro con macchie pulverulente e colore intorno al giallo-marrone. Rosa e garofano ne sono spesso colpite. L’ oidio o mal bianco attacca molte specie (lauro, rosa..) e si riconosce da una muffa bianca pulverulenta. La muffa grigia (botrytis) è facilmente individuabile nei ciclamini che siano rimasti umidi per troppo tempo sotto le foglie.

Tutte queste malattie si manifestano quando la temperatura si mantiene sopra i 18 gradi e l’umidità molto alta. I marciumi delle radici invece dipendono troppo spesso da un eccesso di bagnatura, specie nel periodo invernale associata alla poca luce dell’ambiente. Analizzate bene questo caso prima di tutto.


Consigli per le piante

Alcune piccole ma fondamentali regole per ottenere tante soddisfazioni dalle Vs. piante.

Lucidanti per foglie,
a pressione

Usare esclusivamente per le sole piante a foglia lucida ma non spesso e soprattutto spruzzare premendo per non più di un secondo per volta e lontano almeno 30/40 cm dalle foglie altrimenti queste si bruciano a causa della temperatura fredda della soluzione che esce dalla bomboletta a miscela compressa.

Luce

Più luce = acqua più spesso,  meno luce = meno acqua

Tagli

Prima di potare i rami occorre disinfettare sempre la lama con alcool od altre soluzioni e ciò anche spesso durante i tagli, anche quando si passa da una pianta all’altra.

Sole

Le piante acquistate dal fiorista e cresciute in serra  non tollerano normalmente la luce diretta del sole.     Solo alcune specie si possono adattare ma occorre abituarle piano piano, meglio se fin dalla primavera.
Il sole del mattino è tollerato da moltissime piante perché è più debole essendo basso sull’orizzonte e filtrato dall’umidità della notte. Il sole veramente dannoso è quello che irraggia da mezzogiorno alla sera quando l’aria si asciuga ed i raggi sono perpendicolari e senza filtri.

Temperatura

Se la temperatura scende occorre ridurre le bagnature sia in quantità che periodicità.
Una pianta asciutta sopporta molto meglio le basse temperature.

Acqua

Le bagnature vanno sempre fatte con poca acqua, semmai ripetute più di frequente, ma se vedete che l’acqua nel sottovaso rimane per un giorno dovete toglierla e cercare di non ripetere l’errore di bagnatura troppa o troppo ravvicinata. In questo caso lasciare asciugare prima di  ripetere l’operazione.

Travaso

Usare solo al massimo due misure superiori di vaso,  max diametro in più 2 o 4 centimetri. Non travasare in inverno ed in piena estate.

Concime

Utilizzare sempre concimi che contengono, oltre ad azoto, fosforo e potassio, anche i microelementi. Non dimenticare il ferro almeno in primavera.



Rivolgetevi in negozio per consigli più approfonditi.


Chi siamo | Matrimoni | Cura di fiori e piante | Il linguaggio dei colori | Il significato dei fiori | Anniversari | Lauree | Curiosità | Contattaci

di Fascinelli Elisabetta

Via Nino Bixio, 196

VILLAFRANCA (VR)

Tel 045-7901027

P.I. 02494790237

info@fiorivillafranca.com